giovedì 20 ottobre 2016

Thinking people before profit

 
Thinking people before profit

campagna promossa da I am #bankingonvalues

lo sviluppo della finanza etica è oggi argomento  di attenzione. Sicuramente, in base ai fini dichiarati,  potrà offrire utili contribuire in termini di education e anche di orientamento sugli investimenti.

Uno dei temi che spesso mi trovo ad affrontare è:
quale è il livello che può arrivare, spingersi la finanza etica?
o forse è più corretto dire dove non può operare e con che strumenti?

Sono temi di estrema attualità dove si cercano nuovi equilibri, in uno scenario mondiale in continuo movimento, attendo il vostro parere ed indicazioni.


martedì 20 settembre 2016

Gianfranco Mozzali: aspettando fashion week milano

leggete questo articolo e poi rispondete alla domanda finale, e poi a questa inclusione od esclusione?

Gianfranco Mozzali: aspettando fashion week milano: Aspettando fashion week milano, stasera con Vogue Fashion Night Out 2016 Milano, si apre la settimana milanese delle sfilate. Vedremo se i...

lunedì 19 settembre 2016

la differenza tra chi sa e chi non sa


la differenza tra chi sa e chi non sa sta aumentando, come riportato nell'articolo del sole 24 ore, non è un discorso tra nazioni, ma tra livelli di popolazione che possono accedere a studi e a conoscenza e chi ne resta privo o con livelli scarsi.

Tutti sappiamo benissimo che l'istruzione viene al primo livello dopo la sussistenza, ma perché in un mondo dominato da internet, in apparenza senza frontiere e confini, ciò non avviene?

politiche educative sbagliate e non attuali con tempi veloci e difficoltà nel recepire i continui cambiamenti?

martedì 30 agosto 2016

Zuckerberg aiuta i terremotati italiani

Zuckerberg aiuta i terremotati italiani, ma come li aiuta, mettendo a disposizione €500.000. di crediti alla Croce Rossa da utilizzare per la ricerca dei beni che servono su Facebook. Naturalmente ci sono subito delle critiche per le modalità con cui vengono offerti questi soldi. La ricerca di fondi non è più solo quella di raccogliere l'obolo, ma è quella di ricevere e/o utilizzare quello che viene donato. Nel caso specifico la visibilità che viene offerta può solo favorire in modo esponenziale le richieste che verranno pubblicate, evitando che girino soldi. Riporto l'articolo pubblicato su Panorama.

lunedì 11 luglio 2016

Le nuove diseguaglianze e i giovani

Le nuove diseguaglianze e i giovani. Potrebbe suonare stano il titolo ma in Italia come nel mondo occidentale sti stanno creando generazioni di "né, né". Giovani, che come meglio riportato nell'artico La generazione rebus dei giovani «Né né», spiega questo stato di stallo, dove la difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro è veramente elevata e si creano queste "aree di parcheggio" in attesa di...... Auguriamoci che la riforma del terzo settore possa permettere ed offrire delle concrete possibilità di lavoro a tutti.

martedì 5 luglio 2016

Il girotondo delle democrazie

Il girotondo delle democrazie, è un termine che la dice lunga sul periodo che stiamo vivendo, ed è anche il titolo di un articolo che vi invito a leggere. Continuiamo a constatare che le democrazie sono in sofferenza. Questo perché i valori, gli ideali che cementano le basi della politica, ci sono, ma non riescono più ad esprimersi con rappresentanti che sanno poi realizzarli. Conseguenza è quella che stiamo vivendo con insicurezza sul futuro e quindi con incertezza sul da farsi. Dobbiamo avere la forza di reagire e come nell'articolo su Stiglitz cambiare passo.

lunedì 4 luglio 2016

un'economia per l'uomo

Un'economia per l'uomo, è il titolo dell'ultimo libro pubblicato in Italia di Joseph Stiglitz, premio Nobel per l'economia e grande sostenitore della lotta alla disuguaglianza economica.

Dove pochi 1% della popolazione mondiale, detiene una ricchezza pari al PIL di intere nazioni.
 
La domanda che ci poniamo è: ma si può e come modificare questo trend che sta distruggendo il ceto medio in occidente e sta facendo diventare più povero chi lo è già? 
 
 Stiglitz ci indica la strada, ma chi detiene la ricchezza e pertanto il potere sarà disposto a rivedere le regole della ripartizione o l'avidità avrà il sopravvento. Vi lascio, per chi vuole ascoltare un'intervento di Stiglitz sul tema della new economics.